C come Consigli di lettura

La Biblioteca di Mezzanotte di Matt Haig

La Biblioteca di Mezzanotte di Matt HaigC’è una cosa che Matt Haig riesce sempre a fare benissimo ed è quella di mettermi a posto, aggiustarmi ecco, proprio nel momento in cui ne ho più bisogno.

È successo con Come fermare il tempo, con Ragioni per continuare a vivere e, di nuovo, con La Biblioteca di Mezzanotte, che ho letto a novembre e a cui continuo a tornare con la mente e con il cuore.

Il suo impegno, costante tra le pagine dei suoi romanzi e memoir, nel portare alla luce i disturbi legati alla depressione, all’ansia, al senso di inadeguatezza e di affrontarli e liberarli da uno stigma sociale ancora troppo radicato, mi regala sempre la possibilità di guardare le cose da un’angolatura differente, di capire meglio, di accettare e, infine, sistemare.

Nora Seed è una ragazza profondamente infelice, talmente abbattuta a causa di una serie di vicende personali disastrose e talmente priva di speranza per un futuro migliore da decidere di suicidarsi. Ma, mentre si trova in bilico tra la vita e la morte, si risveglia in una via avvolta da una nebbia che, diradandosi sempre più, fa emergere dall’oscurità un solido edificio in pietra con un portone di legno e un grande orologio sul frontone che segna la mezzanotte e che continua a segnare la mezzanotte con grande stupore della ragazza.

Nora non può fare altro che entrare e, una volta dentro, si trova di fronte innumerevoli e sconfinati scaffali pieni di libri, libri ovunque, tanto che sembra non debbano finire mai. Infiniti libri di colore verde, un verde dalle mille sfumature, ma sempre verde.

Tra la vita e la morte c’è una biblioteca, disse. E all’interno di questa biblioteca, scaffali e scaffali di libri che si rincorrono all’infinito. Ogni libro offre la possibilità di vivere un’altra delle vite che avresti potuto vivere. Di vedere come le cose avrebbero potuto essere, se avessi fatto altre scelte… Avresti agito diversamente, se ti fosse stata concessa l’opportunità di gettarti alle spalle i rimpianti?

È proprio questo che succede nella Biblioteca di Mezzanotte. Ogni libro può portarti esattamente al rimpianto che hai scelto e catapultarti nella vita che avresti avuto se avessi fatto una scelta diversa.

Nora intraprende così il suo cammino, affronta ogni rimpianto, cambia il passato nella speranza di arrivare alla vita che ha sempre desiderato, ma il tempo stringe, le possibilità non sono infinte e, prima che sia troppo tardi, deve trovare la riposta più grande: come si può vivere al meglio la propria vita? Perché, se è vero che il più delle volte il presente che viviamo non ci soddisfa e pensiamo che forse la nostra vita sarebbe stata migliore se avessimo preso direzioni diverse, è anche vero che la nostra felicità non è di certo rimasta incastrata in un passato che non abbiamo mai vissuto.

Grandi temi vengono affrontati in questo romanzo che sembra una favola magica disegnata ad arte per non farci perdere di vista l’essenziale: la nostra vita, la realtà, quel destino che da sempre ci fa interrogare sul ruolo che gioca ciascuno di noi nella sua costruzione.

Cosa succederà a Nora? Riuscirà a far pace con i suoi rimpianti? Riuscirà a trovare la risposta che potrà liberarla dal quel dannato senso di inadeguatezza che l’ha travolta in una spirale di ansia e depressione talmente profonda da farle dire basta? Riuscirà a salvare sé stessa e la biblioteca?

E cosa succederà a noi?

Non resta che leggere queste pagine, entrare nello specchio dell’anima e trovare il coraggio di provare a guardare le cose da un altro punto di vista, liberi dalle colpe e dai rimpianti per ciò che non abbiamo saputo scegliere.

La Biblioteca di Mezzanotte, di Matt Haig, è un viaggio necessario, un cammino da intraprendere con una grande dose di empatia e liberi da qualunque giudizio o colpa ci portiamo appresso. Questo ho imparato: il viaggio verso la felicità deve essere fatto con un bagaglio leggero.

LA BIBLIOTECA DI MEZZANOTTE – MATT HAIG

EDIZIONI e/o

PREZZO DI COPERTINA: € 18,00

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *