C come Consigli di lettura

Grado nella tempesta di Andrea Nagele

Grado nella tempesta di Andrea NageleChi mi conosce un po’ sa che i romanzi gialli non sono esattamente il mio genere di lettura preferito. Con le dovute eccezioni.

Tra le dovute eccezioni, un posto speciale è sicuramente per Andrea Nagele che, con la sua serie ambientata a Grado, con protagonista la commissaria Maddalena Degrassi, ha davvero conquistato il mio cuore.

Sono diversi i motivi grazie ai quali mi sono affezionata a questa serie.

Ovviamente i casi da risolvere, costruiti sempre ad arte e in maniera tale da tenere il lettore incollato alle pagine, impaziente di sapere come andrà a finire.

Un altro aspetto che mi piace molto è la costante presenza, indicata sempre anche in ogni titolo della serie, di uno specifico elemento naturale che funziona, direi anche molto bene, da filo conduttore per tutta la storia: la pioggia, l’ombra, la nebbia e, in questo quarto capitolo, la tempesta.

Un terzo aspetto che adoro, e che ha sicuramente contribuito a farmi affezionare alla commissaria Degrassi e a tutti i suoi compagni di avventura, è la componente umana e privata che Andrea Nagele riesce a trasmetterci per ciascuno dei personaggi, facendoceli sentire vicini, rendendoceli famigliari, così che, per esempio, oltre a voler sapere come andrà a finire ogni caso, ci preoccupiamo anche della tormentata storia d’amore tra la commissaria e il suo Franjo (cosa aspetti, commissaria? Dai!).

Infine, ma molto importante, c’è la capacità dell’autrice, attraverso le sue storie, di affrontare ogni volta temi che ci appartengono e che sono lo specchio del nostro mondo e del nostro tempo: la violenza sulle donne, le fragilità, l’estrazione sociale, i legami famigliari.

Durante un improvviso blackout, precedente una grande tempesta, un ragazzo, all’interno di un supermercato, è involontario testimone di un dialogo inquietante: una chiara minaccia di morte. E, dopo averne tentato la denuncia, del ragazzo si perdono le tracce.

Ma non è solo di questo che dovrà occuparsi la commissaria Degrassi.

La forza devastante della tempesta che si abbatte sulla città porta alla luce indicibili segreti: un giardino pieno di ossa in una vecchia casa funestata dal rancore tra due fratelli e il cadavere di un uomo ritrovato nei pressi di una chiesetta isolata.

Ispirati agli avvenimenti legati alla violenta tromba d’aria che, l’8 agosto 2008, colpì Grado causando vittime, feriti e una distruzione imponente, gli eventi narrati in questo quarto capitolo della serie si svolgono con un ritmo serrato, quasi al cardiopalma e, nello stesso tempo, in quell’atmosfera di quiete apparente che non fa altro che presagire una imminente catastrofe.

Torna presto commissaria Degrassi, perché già mi manchi.

Due ultime, giuro ultimissime, cose.

Primo: nelle prime pagine, anche questa volta, c’è un audiolibro che vi aspetta! Sarà sufficiente inquadrare il QR Code per poter ascoltare gratuitamente questa storia.

Secondo: nelle ultime pagine, anche questa volta, c’è una ricetta che vi aspetta! Direttamente dal Grand Hotel Astoria di Grado, gli Spaghettoni di Gragnano ai sardoni della laguna e finocchietto selvatico dei maîtres Giacomo Rubini e Manuel Picco.

Forza! Ascoltare e cucinare, cucinare e ascoltare! E mangiare!

GRADO NELLA TEMPESTA – ANDREA NAGELE

EMONS EDIZIONI

TRADUZIONE DI Anna Carbone

PREZZO DI COPERTINA: € 14,50 (libro+audiolibro)

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *